Jump to content

Wp/ist/Lengua istriota

From Wikimedia Incubator
< Wp‎ | ist
Wp > ist > Lengua istriota
Istrioto ({{{nomenativo}}})
Creato da: {{{creatore}}} nel {{{anno}}}
Contesto: {{{contesto}}}
Fevelât in: bandiera Cravuazie
bandiera Italie
Regjon:Fevelât in: bandiere Regjon istriana
Friûl-Vignesie Julie
Periodo: {{{periodo}}}
Fevelants: 3000 ca.
Posizion: no tra lis 100 plui feveladis
Scrittura: {{{scrittura}}}
Tipologia: sillabica
Classificazion gjenetiche:

Lengue indoeuropee
 Italiche
  Romanze
   Italo-occidentali
    Italodalmatiche
     Istrioto
      
       
        
         
          
           
            
             
              

Suddivisioni: {{{sub1}}}
Statuto ufficiale
Nazioni: nessuna
Regolato da: nessuna regolazione ufficiale
Codici di classificazione
ISO 639-1 {{{iso1}}}
ISO 639-2 roa
ISO 639-3 ist  Template:Wp/ist/En
ISO 639-5 {{{iso5}}}
SIL IST  Template:Wp/ist/En
SIL {{{sil2}}}
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo - Art.1
Dòuti i omi naso lèibari e cunpagni in dignità e diriti. Luri i uò la razon e la cusiensa e i uò da cunpurtase òun invierso l'altro cun spèirito da fradelansa.[1]
Il Padre Nostro
Dòuti i omi naso lèibari e cunpagni in dignità e diriti. Luri i uò la razon e la cusiensa e i uò da cunpurtase òun invierso l'altro cun spèirito da fradelansa.[1]
Traslitterazione
{{{traslitterazione}}}
Lingua - Elenco delle lingue - Linguistica
Il logo di Wikipedia Visita la Wikipedia [[:{{{codice}}}:|in Wp/ist/Lengua istriota]]!
Il logo di Wikipedia Visita la Wikipedia [[:{{{codice2}}}:|in {{{nome2}}}]]!
Il logo di Wikipedia Visita la Wikipedia [[:{{{codice3}}}:|in {{{nome3}}}]]!
{{{mappa}}}
Questa pagina potrebbe contenere caratteri Unicode.
Ruveîgno, la "capitâl storic" da la istriot

El istriot (Lingua istriota par talian, Istriotische Sprache par todesc, Istriot language par inglês, Istriotski jezik par croat) e je une lenghe romanze de famee des lenghis retichis, che e je fevelade soredut intal penisul de Istria ed en la regjon de Friûl, ma ancje vie pal mont. Che al à diviers ponts in comun cul ladin, ma si è svilupât in un altri mût cul passâ dal timp, sot de influence des lenghis ator dal la penisul (talian, todesc, sloven, dialets venits).

Confront tra la lengua istriota e la lengua taliane

[edit | edit source]
Istrioto Italiano

La nostra zì oûna longa cal da griebani:

i spironi da Monto inda uò salvà, e 'l brasso da Vistro uò rastà scuio pei grutoni pioûn alti del mar, ca ruzaghia sta tiera viecia-stara. Da senpro i signemo pissi sensa nom, ca da sui sa prucoûra 'l bucon par guodi la veîta leîbara del cucal, pastadi dala piova da Punente a da Livante e cume i uleîi mai incalmadi. Fra ste carme zì stà la nostra salvissa, cume i riboni a sa salva dal dulfeîn fra i scagni del sico da San Damian; el nostro pan, nato gra li gruote, zi stà inbinideî cul sudur sula iera zbruventa da Paloû... e i vemo caminà par oûna longa cal da griebani, c'ancui la riesta lissada dali nostre urme.

La nostra è una lunga strada irta di sassi:

gli speroni di Monto ci hanno salvato, ed il braccio di Vistro è rimasto scoglio per le grotte poste più in alto del mare, che erode questa antica terra. Da sempre siamo pesciolini che da soli si procurano il boccone per godere la libera vita del gabbiano, oppressi dalla pioggia di Ponente e di Levante come olivi senza innesti. Fra queste insenature è stata la nostra salvezza, come i riboni si salvano dal delfino fra le tane della secca di San Damiano; il nostro pane, nato tra le grotte, è stato benedetto col sudore nell'aia ribollente di Palù... ed abbiamo camminato per una lunga strada dissestata, che oggi rimane spianate dai nostri passi.

Areis de lengua istriota (vert nel 1850, grige nel 1900 e rus nel 1950; nel 2000 sôl piçul grup en sei centri citadins



Vocabolari

[edit | edit source]

Tabele de comparasion des lengue neolatin:

Latin Talian Istrioto Venit
clave(m) chiave ciave ciave
nocte(m) notte nuoto note/not
cantare cantare cantare cantar
capra(m) capra càvara càvara
lingua(m) lingua lengua lengua
platea(m) piazza piassa piassa
ponte(m) ponte ponto ponte/pont
ecclesia(m) chiesa ceza cesa
hospitale(m) ospedale uspadal ospedal/ospeal
caseu(m)
lat.volg.formaticu(m)
formaggio/cacio furmajo formajo


Bibliografie

[edit | edit source]
  • Ascoli, Graziadio. Archivio Glottologico Italiano. Roma 1888.
  • Bartoli, Matteo. Due parole sul neolatino indigeno di Dalmazia. Zara 1900.
  • Benussi, Bernardo. L' Istria nei suoi due millenni di storia. Treves-Zanichelli. Trieste 1924.
  • De Franceschi, Carlo. L'Istria. Arnaldo Forni Editore. Parenzo 1879.
  • Deanovic, Mirko. Istroromanske studije. JAZU 1955.
  • Ive, Antonio. Storia documentata di Rovigno, saggi di dialetto rovignese. La Editoriale libraria. Trieste 1962.
  • Ive, P. I dialetti ladino-veneti dell'Istria. Strasburgo 1900.
  • Skok, Petar. Etimologijski rjetnik hrvatskoga ili srpskogajezika. Zagabria 1973
  • Tagliavini, Carlo. Le origini delle lingue neolatine. Patron Ed. Bologna 1982.
  • Ursini, F. Sedimentazioni culturali sulle coste orientali dell'Adriatico.Il lessico veneto-dalmata del Novecento. Vol.XV degli Atti e Memorie della Società Dalmata. Venezia 1987.
  • Filipi Goran, Buršić Giudici Barbara Atlante Linguistico Istrioto ed. Societas Studiorum Mediterraneum. Pola 1998.
  • Vocabolario Rovignese-Italiano ed. Centro di Ricerche Storiche di Rovigno 1992. [1]
  • Miho Debeljuh, Vocabolario Dignanese-Italiano ed. CRS di Rovigno 1978. [2]


Leams esternis

[edit | edit source]


  1. Traduzione in rovignese a cura di Gianclaudio de Angelini.