Wn/scn/Amministrativi Ribera, Pace (Udc) càndida la matri, la mugghieri e lu cugnatu

From Wikimedia Incubator
< Wn‎ | scnWn > scn > Amministrativi Ribera, Pace (Udc) càndida la matri, la mugghieri e lu cugnatu
Jump to: navigation, search

duminicadìa 23 di maiu 2010

Palazzu Cumunali di Ribera.

Amministrativi Ribera: Pace (Udc) càndida la matri, la mugghieri e lu cugnatu contra iddu stissu

Fu difinuta di cchiù parti comu "pirandilliana" la situazzioni ca si vinni a criari a l'amministrativi di Ribera, unni si vota cu n'annu d'antìcipu doppu la sfiducia ô Sìnnacu Scaturro dô nuvèmmiru passatu e unni ci ha a èssiri na "sfida elitturali n famigghia".

N vista di l'appuntamentu elitturali, nfatti, l'attuali viciprisidenti dâ Pruvincia di Girgenti Carmelu Pace (niputi dô diputatu nazziunali di l'UDC Giuseppi Ruvolo) avìa travagghiatu di misi a na cualizzioni granni ca cumprinnissi l'UDC, l'MpA, lu Partitu Dimucràticu, lu PdL Sicilia e na lista cìvica dinuminata "Alleanza per Ribera". Di l'accordu arristava esclusu lu PdL ufficiali (l'accussidditti lialisti ca fannu rifirimentu ô ministru Ancilinu Alfano).

Cu l'avvicinàrisi di l'elezzioni pirò lu PdL ufficiali s'avvicina â cualizzioni granni, ginirannu lu malumuri sia dô PdL Sicilia ca dô Partitu Dimucràticu

Lu 5 di maiu passatu, tèrmini ùrtimu dâ prisintazzioni dê listi, la surprisa: Carmelu Pace s'accorda cô PdL ufficiali scarricannu la lista principali dô Partitu Dimucràticu (c'avìa piazzatu 3 candidati midemma nta n'àutra lista cìvica). Ê rapprisintanti dô PD l'apparintamentu ammancatu veni cumunicatu attornu a l'uri 12:00, tèrmini ùrtimu dâ prisintazzioni dê listi, chisti mpussibbilitati a attruvari un candidatu Sìnnacu propiu (vista macari la scadenza dô tèrmini ùrtimu) dicìdinu di nun participari â cumpitizzioni elitturali, ritirannu la lista, ca fussi comuegghiè esclusa pâ mancanza dô candidatu Sìnnacu.

Nta n'elizzioni cumunali ntâ quali prisenta un sulu candidatu â càrrica di Sìnnacu, la liggi elitturali viggenti prividi lu vìnculu dâ junciuta dô quorum dô 50%+1 di l'aventi drittu ô votu p'èssiri vàlida. Carmelu Pace, p'ovviari ô prubblema, dicidi accussì di contrapòniri a iddu stissu un candidatu "fantocciu" e na lista "civetta" di manera a elùdiri la liggi elitturali e scavarcari lu prubblema dô quorum.

Lu candidatu "altirnativu" è Calòggiru Smeraglia, dittu Lillu, megghiu amicu di Carmelu Pace, espunente di spiccu di l'UDC di Ribera e già capugruppu cunziliari dô partitu cintrista, ca ntâ Cità di l'aranci havi ntra li sò fila lu Parramintari Nazziunali Giuseppi Ruvolo, lu diputatu riggiunali Sarvaturi Cascio e lu Parramintari Eurupeu Antuneddu Antinoro (risidenti a Palermu, ma origginariu di Ribera). Ntâ lista d'appoiu a Smeraglia sunnu candidati la matri e la mugghieri di Carmelu Pace, mentri lu cugnatu dô stissu è disignatu assissuri di Lillu Smeraglia. Ntâ lista ufficiali di l'UDC (ca supporta Pace) è candidatu lu sicritariu citatinu di lu stissu partitu, Pàulu Caternicchia, ca a sò vota havi la matri candidata ntâ lista di supportu a Smeraglia.

A lu nnumani dâ prisintazzioni dê listi, Carmelu Pace rilassa na ntirvista televisiva a n'emittenti lucali dichiarannu ca «tutti devono sapere che quella lista è stata fatta di proposito per dare un governo alla città, con il sacrificio del mio migliore amico che si chiama Lillo Smeraglia e dei miei familiari», giustificannu lu scantu dâ junciuta dô quorum cô finòminu dê forasedi mpussibbilitati a esircitari lu votu, puru iscritti ntê listi elitturali lucali. Giustificazzioni ca nun attrova pirò riscontru ntê dati ufficiali pubblicati ntô situ dâ Riggiuni Sicilia, unni risulta ca a l'elizzioni pruvinciali passati vutaru 10.930 cristiani, pari ô 54,78% e a l'ùrtimi Cumunali 13.627 pari ô 67,76% e quorum supiratu nta tutti dui casi.

La situazzioni paradussali ammuttau un gruppu di giùvini lucali a custituiri un cumitatu dinuminatu "S.O.S. Democrazia" e jiri a prutistari silinziusamenti cu nu strisciuni ê manifistazzioni elitturali di Pace, ncassannu midemma n'aggrissioni fìsica duranti un cumizziu di quarteri.

Supra la vicenna ntirvìnniru l'Eurodiputatu Rusariu Crocetta e lu Sin. Giuseppi Lumia dô Partitu Dimucràticu c'addumannaru «un’ispezione ministeriale, finalizzata a verificare la validità delle elezioni amministrative di Ribera, dove si sta manifestando una situazione di inaudita gravità, perché dimostra l’assenza totale di pluralismo nella competizione elettorale. Inoltre – concludono i due esponenti del PD – va verificata la presenza di possibili elementi di condizionamento mafioso sulle elezioni».

Sonia Alfano.

Mentri pi l'Eurodiputata di l'Italia dei Valori Sonia Alfano: «Quanto accaduto è una fotografia della realtà dell’intero Paese. E’ disgustoso e inaccettabile. Il candidato unico è un pericolo per l’Udc e quindi il candidato Pace, attuale vice-presidente della provincia di Agrigento e nipote dell’On. Ruvolo, grande amico del Sen. Cuffaro, ha pensato bene di prendere in giro l’intera cittadinanza facendo presentare al suo amico Smeraglia una lista alternativa, nella quale sono stati inseriti i familiari di Pace, così da garantirsi l’elezione ed evitare il rischio di non raggiungere il quorum». N mèritu a l'aggrissioni subbuta dô gruppu di picciotti di "S.O.S Democrazia": «Questa è la vecchia politica -cuntìnua Sonia Alfano- quella truffaldina e indecorosa. E’ imbarazzante -suttalìnia- sentir parlare ancora di manovre del genere, tra l’altro con ammissione dello stesso candidato Pace, ed è ancora più triste ed imbarazzante sapere che un gruppo di giovani è stato aggredito ad un comizio, tra l’indifferenza dei candidati, solo perché voleva manifestare il proprio legittimo disappunto. Non si possono vivere le elezioni con questo clima, e quindi sarebbe bene rimandare a data da destinarsi -conclude – magari ad un periodo meno buio per la democrazia».

Supra la vicenna lu Partitu Dimucràticu lucali annunziau lu ricursu ê vìi ligali, è quinni fàcili a pinzari ca li pulèmichi e lu strascicari dâ campagna elitturali hannu a cuntinuari finu doppu l'elizzioni.

Fonti[edit]